Descrizione del progetto:

Chi Siamo? ZON è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Salerno, nata nel 2011 come Associazione culturale, formata da una redazione giovane e dinamica che conta più di cento associati. Tramite la comunicazione, l’informazione e il progetto di web tv, ZON offre un prodotto editoriale innovativo grazie alle idee, la sinergia e la creatività. ZON è protagonista della programmazione multimediale dell’Università di Salerno, grazie alle collaborazioni con UTV la TV universitaria e Unis@undwebradio d’Ateneo. Il team di ZON è composto da più di cento associati che partecipano al nostro progetto e contribuiscono alla sua crescita. Dall’Università degli Studi di Salerno è PARTITO il progetto di espansione nazionale di Zon.it. L’idea principale è quella di creare delle mini-redazioni in ogni ateneo italiano con la collaborazione delle realtà associative universitarie, valorizzando l’entusiasmo, la forza e le idee degli studenti, che avranno la possibilità di accrescere le proprie competenze individuali e di conseguire il tesserino da giornalista pubblicista, CONDIVIDENDO un progetto editoriale/comunicativo su scala nazionale. Abbiamo nove portali, uno locale zerottonove.it e uno nazionale zon.it, al quale man mano si stanno aggiungendo altre realtà, per il momento Benevento, Campobasso, Lecce, Foggia, Napoli, Avellino, Matera; ogni città ha la sua redazione ma a breve saremo operativi anche con Messina, Bari, Roma e Reggio Calabria. Insomma, un network che fondi le sue basi nel target studentesco incrementando visibilità e interesse, condivisione e partecipazione, marketing e attività commerciali. L’offerta editoriale del portale zon.it spazia dall’informazione di base alle interessanti rubriche di Zon Magazine che, a loro volta, spaziano dalla cultura all’intrattenimento, contraddistinte dal giusto equilibrio tra informalità e professionalità, realizzando un modo nuovo di fare informazione. OBIETTIVI Alcuni aspetti dell’Università italiana, probabilmente, vanno ripensati in termini di funzionalità delle conoscenze rispetto ad un mondo del lavoro che deve essere in continua evoluzione per far fronte ad un’economia con sempre meno certezze, senza dimenticare che gli Atenei sono anche depositari di preziosi tesori di cultura che sono un patrimonio dell’umanità, ma sono anche “piccole cittadine” dove affluiscono studenti e menti da ogni parte d’Italia. Siamo fermamente convinti che alla formazione universitaria si debba affiancare l'efficienza e l’effettiva applicazione al mondo lavorativo dei processi didattici assimilati, strumenti per vincere la competitività del mondo del lavoro, in uno scenario dove saranno le conoscenze, le capacità, le abilità relazionali e linguistiche, l’effettiva abnegazione e la creatività a fare la differenza. Il dovere di formare le nuove generazioni e di far emergere le potenzialità degli studenti e aiutarli nel settore dell’auto-imprenditorialità è uno dei punti cardine su cui si basa il progetto. La capacità di generare occupazione giovanile e creativa, di creare reti e relazioni sociali, di contribuire allo sviluppo di un quotidiano d’informazione nazionale che faccia base all’interno degli atenei completano il quadro strategico su cui noi vogliamo muoverci. La creazione di un portale d’informazione giornalistica, unito all’istallazione in loco di una Tv ufficiale di Ateneo può portare, se messo in rete con le altre redazioni satelliti, ad un network informativo molto forte che possa fare da competitor alle più grandi testate giornalistiche nazionali, ma non solo. Partendo dal presupposto che in Italia esistono e si sviluppano nella maggior parte degli Atenei dei laboratori dove gli studenti possono, in concomitanza con la fase d’aula, testare e applicare i loro studi. Questi sono maggiormente diffusi e applicati per le materie scientifiche quali laboratori di meccanica, fisica, informatica, botanica, prototipazione, farmacia e medicina. Nelle facoltà umanistiche latitano o sono quasi completamente assenti degli spazi di applicazione (soprattutto per gli Studenti di Scienze della Comunicazione) delle moderne tecniche comunicative e di applicazione delle stesse. Web editing, montaggio video, riprese video, interviste, tecniche di Seo, web marketing, grafiche, stesura articolo e giornalismo su base wordpress sono per lo più concetti astratti nei percorsi formativi e didattici degli aspiranti futuri comunicatori. In più la totale assenza sia di una Tv ufficiale dei vari atenei, che di un portale on line d’informazione a totale disposizione degli stessi, ci porta alla conclusione che la possibilità di realizzazione e il mercato di riferimento non ha competitor e l’idea non è ancora stata realizzata. Offrire loro un laboratorio, con l’aggiunta di possibilità commerciali, può portarci al concetto di autoimprenditorialità per i promotori dello stesso nell’ateneo di riferimento. Lo sviluppo delle nuove tecnologie genera grandi spinte e rapporti non solo con altre università, ma anche con le istituzioni. Le Università, come l’unico luogo in cui coesistono i processi di produzione e di trasferimento di saperi, possono sviluppare un ruolo essenziale e non rinunciabile alla creazione dei contenuti da inserire nel portale d’informazione, ma perché ciò avvenga è necessario attuare un processo di mutamento nel ruolo e nell’assetto dell’università e creare nuove visioni e nuovi spazi su cui interagire che possano essere sia reali che virtuali. Il tutto per costituire reti di saperi tra le diverse università italiane messe in relazione tra di loro, garantendo equilibrio e diversità degli atenei stessi. Tutto ciò deve essere ben comunicato e ben trasferito nel momento in cui s’interagisce con gli organi istituzionali d’ateneo. Altro aspetto rilevante è l’adozione di strategie promozionali e comunicative a piena e totale disposizione dell’Ateneo REDAZIONI APERTE Milano ( Milano Cattolica) Napoli (Università Federico II) Campobasso ( Unimol) Roma ( Roma La Sapienza) Foggia ( Università di Foggia) Lecce (Università del Salento) Bari ( Università degli Studi di Bari Aldo Moro) Messina ( Università di Messina) Benevento ( Università di Benevento) Avellino ( Sede ad Avellino) Caserta (Seconda Università degli Studi di Napoli)